Caterina Contini

Caterina Contini

Maria Moneti Codignola si è laureata a Firenze con Cesare Luporini del quale è stata assistente per alcuni anni.Dal 1982 insegna Storia della filosofia morale alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Firenze. Si è occupata di filosofia dell'Illuminismo ( ha curato per i Grandi Libri Garzanti un 'edizione dei Romanzi Filosofici e del Dizionario Filosofico di Voltaire; ha inoltre pubblicato un'antologia di Opere Filosofiche di Voltaire per la Nuova Italia; è membro della Società Internazionale per gli Studi sul XVIII secolo). Ha studiato inoltre la filosofia classica tedesca, con particolare riferimento a Hegel (ha pubblicato, oltre a numerosi saggi e articoli, due volumi dal titolo: Hegel e il mondo alla rovescia, La Nuova Italia 1986 - commento e interpretazione della III figura della Fenomenologia dello spirito – e "Moralità e soggetto in Hegel", edizioni ETS, Pisa 1996. È membro della Internationale Gesellschaft für dialektische Philosophie.) Un altro ambito di studi è stato quello del pensiero utopico: ha pubblicato un libro su Charles Fourier La meccanica delle passioni, La Nuova Italia 1979; si è dedicata quindi alla ricostruzione del pensiero utopico moderno, sia sotto il profilo delle strutture teoriche che sotto quello della storia delle idee, pubblicando, oltre a numerosi saggi e articoli, i due volumi Il paese che non c'è e i suoi abitanti, La Nuova Italia, 1992 e Utopia, La Nuova Italia 1997. Si è infine occupata di problemi di bioetica, indagati sotto un'angolatura specificamente filosofica, volta a porre in questione la scelta di criteri e principi (ha pubblicato l'articolo Pluralismo e ricerca di principi in bioetica, in "Testimonianze", anno XXXIII, n.5, maggio 199O. ) Sotto lo pseudonimo di Caterina Contini ha pubblicato un libro di riflessioni sulla crisi delle relazioni familiari e in particolare sul rapporto genitori/figli e sul disagio giovanile (Non di solo amore, Longanesi 1992). Con lo stesso nome firma il romanzo dal titolo Ipazia e la notte, storia romanzata della filosofa pagana Ipazia, uccisa dai cristiani nel 415 d.C., nell'ambito dei violenti scontri tra pagani e cristiani in epoca tardoantica.

Ipazia e la notte

Poche donne nella storia ebbero la possibilità di distinguersi nelle discipline scientifiche, considerate appannaggio maschile. La più nota, nella tarda antichità, fu senza dubbio Ipazia, scienziata e filosofa, nata ad Alessandria d'Egitto nel 370 d.C., inventrice di strumenti come il planisfero e l'astrolabio. Figlia del matematico Teone, e lei stessa primo matematico donna della storia, fu la più nota esponente alessandrina della scuola neoplatonica, circondata dal rispetto di allievi giunti da ogni angolo del mondo. La fama di Ipazia suscitò l'odio del vescovo Cirillo al punto da fargli tramare la sua uccisione, avvenuta nel 415. Aggredita da un gruppo di monaci fanatici, fu trascinata in una chiesa e uccisa a colpi di conchiglie affilate. Mentre ancora respirava, le cavarono gli occhi come punizione per aver osato studiare il cielo. Dopo averla fatta a pezzi cancellarono ogni traccia di lei bruciandola. Protagonista di una...

Longanesi

Fondata da Leo Longanesi nel 1946 la casa editrice è stata rilevata nel 1977 da Messaggerie Italiane. Luciano Mauri affida la direzione a Mario Spagnol, che la conduce, dal 1980 al 1999, verso una straordinaria rinascita, come casa editrice prima e poi come capogruppo. La casa editrice si è da sempre caratterizzata per la vocazione anticonformista, la piena libertà delle scelte, l’originalità delle proposte e l’orizzonte a 360 gradi. Alla narrativa letteraria e ai generi che hanno dato vita a grandi bestseller – l’avventura, il thriller, i libri d’azione, la fantasy – la Longanesi ha accostato la saggistica del “Cammeo”, i libri dal giornalismo, l’arte, l’archeologia, la divulgazione scientifica (con La lente di Galileo) e le grandi espressioni del pensiero contemporaneo (Spengler, Heidegger, Russell, Jaspers). Di recente hanno preso avvio una linea di libri di mare e la collana...



30/11/2017

A cena con Simona Lo Jacono
A cena con Simona Lo Jacono
Il Circolo
ore 20.00

Simona Lo jacono vi aspetta nella incantevole sede del "Circolo" di via Garibaldi, dove intratterrà il suo pubblico intervistata da Adriana Ferlazzo sul suo libro,"Il morso", poetico dipinto della Palermo del 1847. Si potrà partecipare alla serata prenotando presso la nostra sede.

>> Continua a leggere...
29/11/2017

Nemiche
Comunitą Ellenica dello Stretto
ore 17.00

Martedì 28 novembre alle ore 17.00, la Libreria Bonanzinga ospiterà nei locali della Comunità Ellenica dello Stretto l'autrice Carla Maria Russo. L'autrice, sugli scaffali delle libreria di tutta Italia con il suo ultimo libro, "Nemiche", verrà intervistata da Patrizia Danzè. Vi aspettiamo numerosi.

>> Continua a leggere...
13/12/2017

A cena con Piercamillo Davigo
Salone della Borsa della Camera di Commercio
ore 20.00

L'ultimo libro di Piercamillo Davigo, "Il sistema della corruzione", al centro di questa originalissima serata, dedicata alla politica, ma anche alla buona cucina. Dopo aver partecipato alla conversazione dell'autore con Lucilla Risicato, gli ospiti, infatti,prenderanno parte ad una vera e propria "cena americana", che promette di essere molto "gustosa". Per prenotare, vi aspettiamo in libreria. Per informazioni, telefonate allo 090/718551.

>> Continua a leggere...
chiudi

>> Powered by Sinergiaweb.it