Ettore Mo

Ettore Mo

Ettore Mo nasce a Borgomanero (Novara) il giorno 1 aprile 1932. Finito il liceo classico, frequenta l'università di lingue e letterature straniere Ca' Foscari a Venezia che però abbandona prima di laurearsi. Inizia a viaggiare: da Venezia a Milano, poi Jersey, Parigi, Madrid, Amburgo fino a Londra. Per mantenersi lavora come cameriere, bibliotecario, steward, infermiere, insegnante di francese e chissà quant'altro. L'incontro decisivo della sua vita avviene nel 1962 nella capitale inglese con Piero Ottone, allora corrispondente londinese del Corriere della Sera.

A trent'anni Mo inizia una gavetta giornalistica lunga e dura. Rimane a Londra cinque anni, poi è a Roma e Milano dove segue musica e teatro per scrivere sulla pagina di cultura e spettacoli. Nel 1979 diventa inviato speciale: il direttore Franco Di Bella lo manda a Teheran, in Iran, dove l'Ayatollah Khomeini è appena tornato dall'esilio ed ha preso il potere. Ettore Mo racconta la rivoluzione khomeinista in Iran, l'invasione russa e la resistenza dei mujahiddin in Afghanistan.

Negli anni torna varie volte in Afghanistan, entrando anche da clandestino, travestito da mujaheddin, percorrendo le strade montuose con ogni mezzo. A partire dal primo incontro del 1981, Mo ha modo di incontrare ed intervistare più volte Ahmad Shah Massoud, il Leone del Panshir.

Dal 1995, anno nel quale è a Sarajevo durante la guerra di Bosnia, al suo fianco c'è Luigi Baldelli, il fotografo compagno di viaggio e di lavoro.

Sporche guerre

Dal "Vietnam" sovietico dell'Afghanistan alla guerriglia peruviana, dal "cimitero dei vivi" delle carceri turche al mattatoio balcanico, dall'inferno della Cecenia alle terre dell'integralismo islamico, a quelle che Giorgio Manganelli definiva le "pattumiere della storia": la Birmania, la Colombia, le città disperate dell'India. Un grande inviato ci racconta le sporche guerre che (non) sconvolgono il mondo.

Rizzoli

Nelle classifiche dei best seller la Rizzoli occupa costantemente le prime posizioni con alcuni dei maggiori autori italiani e stranieri di narrativa, saggistica e varia (Avallone, Carofiglio, Maraini, Mazzucco, Moccia,  Pansa, Severgnini, Stella, Tamaro, Blair, Deaver, Irving, Küng, Lauren, Paolini, Reichs). 



30/11/2017

A cena con Simona Lo Jacono
A cena con Simona Lo Jacono
Il Circolo
ore 20.00

Simona Lo jacono vi aspetta nella incantevole sede del "Circolo" di via Garibaldi, dove intratterrà il suo pubblico intervistata da Adriana Ferlazzo sul suo libro,"Il morso", poetico dipinto della Palermo del 1847. Si potrà partecipare alla serata prenotando presso la nostra sede.

>> Continua a leggere...
29/11/2017

Nemiche
Comunitą Ellenica dello Stretto
ore 17.00

Martedì 28 novembre alle ore 17.00, la Libreria Bonanzinga ospiterà nei locali della Comunità Ellenica dello Stretto l'autrice Carla Maria Russo. L'autrice, sugli scaffali delle libreria di tutta Italia con il suo ultimo libro, "Nemiche", verrà intervistata da Patrizia Danzè. Vi aspettiamo numerosi.

>> Continua a leggere...
13/12/2017

A cena con Piercamillo Davigo
Salone della Borsa della Camera di Commercio
ore 20.00

L'ultimo libro di Piercamillo Davigo, "Il sistema della corruzione", al centro di questa originalissima serata, dedicata alla politica, ma anche alla buona cucina. Dopo aver partecipato alla conversazione dell'autore con Lucilla Risicato, gli ospiti, infatti,prenderanno parte ad una vera e propria "cena americana", che promette di essere molto "gustosa". Per prenotare, vi aspettiamo in libreria. Per informazioni, telefonate allo 090/718551.

>> Continua a leggere...
chiudi

>> Powered by Sinergiaweb.it