M

Madrigale

Madrigale Come in una lirica di Borges. Una casa racconta le generazioni che la abitarono. La casa del 1908, il primo di questi tre racconti d'esordio - che hanno tutti a protagonisti i legami della memoria, il tempo e le sue prigioni -, sembra svolgere la traccia di una vecchia poesia di Borges in cui si dice delle cose, gli oggetti che circondano le vite degli uomini, che sembrano essere l'emblema stesso del passare, della polvere, e invece vennero prima e loro sopravvivranno. La casa racconta in prima persona delle generazioni che ospitò e ne disloca le storie e i personaggi non secondo l'ordine del tempo, ma secondo quello dello spazio, sostituendo il prima e il dopo con un qui e là. Come muti immobili spettri, su cui stendere un pietoso e tenero sguardo. Tradotto in: Brasile Distribuidora Record

Il maestro dei Santi Pallidi

Premio Campiello 2003. Tra intrighi di potere, dame languide e perverse, preti divisi fra ascetismo e amore del mondo, si svolge la storia di Cinìn, piccolo bastardo guardiano di mucche che diventerà pittore, il Maestro dei santi pallidi. Sullo sfondo dell'Italia di metà Quattrocento, Marco Santagata ha raccontato il sorgere del talento pittorico di un uomo sempre in fuga e sempre alla ricerca di qualcosa, dando vita a un romanzo a metà tra invenzione e ricostruzione storica.

Il maestro di Regalpetra

"Perché Sciascia è diventato lo scrittore che sappiamo? E qual è stata la mossa iniziale? Ho scritto questo libro per rintracciare i punti eminenti della vita di un uomo tra i più colti e raffinati di questo secolo, formatosi - e questo andava indagato, perché ha dello straordinario - nell'angolo più povero dell'Italia più povera, violenta e dimenticata. Vero è che nella Sicilia di Sciascia erano già nati Pirandello, Quasimodo, Brancati e Vittorini, ma è altrettanto vero che Leonardo Sciascia, contrariamente a loro, non si è mai allontanato dalla terra d'origine (mai per più di un mese di seguito), e anzi ne ha fatto punto d'osservazione ideale, addirittura una metafora del mondo." Matteo Collura.

La magnifica felicitą imperfetta

La magnifica felicitą imperfetta

«Quando all’estero mi chiedono quale sia il profumo dell’India io non ho dubbi. È il gelsomino. Quando vivevo in strada, come voi, il profumo che mi era più familiare era un altro. Molti la chiamerebbero puzza. È l’odore della miseria di cui tutti hanno paura. Anche questo per me, oltre al gelsomino, è il profumo dell’India». Può un giovanissimo lanciacacca cambiare il mondo? A sette anni Rakesh diventa uno dei tanti bambini che vivono per la strada a Delhi, e il suo mestiere (più ‘pulito’ che rubare), è lanciare escrementi sui piedi dei turisti per conto di un lustrascarpe. Ma lui ha un piano diverso: è determinato, sa leggere e scrivere, e ha per amico un baba, un saggio guru che gli fa da guida con i suoi consigli... La storia spumeggiante di un ragazzo che si riscatta dalla miseria, ma anche un omaggio sentito e toccante all’India. Un canto d’amore carico di...

Mangiamo a Tinchitč

A profusione? Che strana parola, ragazzi, troviamone un’altra, per favore. In abbondanza, a iosa, in eccesso, a crepapelle, da scoppiare, illimitatamente? No, nessuno di questi modi di dire esprime quello che voglio intendere...

Mani calde

Davide ha nove anni e proprio non ne vuole sapere di andare a comprare le cose per la scuola, la mamma insiste e quel banale tragitto tra l’abitazione e il negozio si rivelerà fatale. In coma, tra il sonno e la veglia in cui è costretto, Davide sente e “vede” le persone, distraendosi con le storie degli altri: storie di ospedale, di chiacchiere in corsia, di infermiere e lotte fra medici, come quel “dottore antipatico” che tenterà l’impossibile per salvarlo. Un legame speciale fatto di empatia e sensazioni destinate a durare si creerà fra il medico e il ragazzino: eppure il primo è un uomo schivo, scorbutico, un dio nel proprio lavoro ma incapace di gestire ogni genere di rapporti umani; l’altro è pieno di vita ma immobile su un letto.

Maqeda

Palermo. Filippo, un ragazzo avventato e ambizioso, inizia la sua "educazione sentimentale" alla mafia il giorno in cui si ritrova a fare da angelo custode a una tossicodipendente. Il dopo è un susseguirsi di ruoli. Diventa fotografo di cronaca nera, poi imprenditore senza scrupoli, poi braccio destro di uno zio ammanigliato con i boss. E finisce pure in carcere come complice di un omicidio. Non un omicidio qualunque, ma l'assassinio del vicequestore Ninni Cassarà, quel poliziotto eroico e testardo massacrato negli anni '80 dai corleonesi di Totò Riina in guerra con lo Stato. Ed è li, nei bracci dell'Ucciardone, che Filippo assapora prima il rispetto degli altri detenuti e poi il delirio di sentirsi finalmente parte di un olimpo potente e scellerato. Quello della mafia che comanda, che uccide, che atterrisce e che promette senza mai mantenere. Una tragedia degli inganni.

Mare delle veritą

Un giorno nevoso di fine novembre Lorenzo Telmari, ex skipper e giramondo ritiratosi in campagna a scrivere un libro, riceve una telefonata da suo fratello che gli comunica che il loro padre Teo, virologo di fama internazionale, è morto. Lorenzo si precipita a Roma, dove scopre di aver ereditato un segreto scottante, con vaste implicazioni etiche e politiche. Presto è risucchiato in una vicenda attualissima e inquietante, che si snoda, senza un attimo di tregua, tra complicate relazioni famigliari, intrecci di politica e religione, una appassionata storia d'amore, fughe per terra e per mare fino alle coste del Portogallo meridionale. Con "Mare delle verità" Andrea De Carlo ha scritto uno dei suoi romanzi più impegnati e allo stesso tempo più avventurosi, intrecciando una trama serrata che gli permette di raccontare, con passione, indignazione e divertimento, del mondo di oggi e dei suoi molti problemi aperti.

Matt e Splatch

Matthew dodici anni, si è trasferito da poco nella cittadina di Villevil, nel Wyoming, nord ovest degli Stati Uniti d'America. Preso di mira dai bulletti della scuola, che approfittano della sua disabilità, Matt trova la forza di difendersi insieme ai suoi nuovi amici. Ma un giorno, giocando all'aperto accade l'imprevedibile. Un tranquillo pomeriggio si trasforma prima in panico e poi in una straordinaria avventura: i ragazzi si ritrovano nel regno di Sottoterra. Malgrado le difficoltà e la paura, la solidarietà e l'aiuto reciproco non vengono meno, anzi si rafforzano. I difetti fisici, come l'obesità, l'aspetto esteriore, il colore della pelle o il fatto di studiare troppo o leggere libri noiosi, usati dai loro compagni per schernirli, ora nello strano ambiente sono le armi per difendersi e tornare a casa. Aiutati da Splatch, un simpaticissimo mucchio di fango che si diverte a rimbalzare "splaccicandosi" in...

La memoria dell`acqua

Piramidi maya sepolte nella giungla, pozzi dei sacrifici: mi sembrava di essere in un film di Spielberg, finché non rimasi intrappolato nella caverna. Quando dall'acqua che conserva la memoria uscirono i Bambini Blu coi crani allungati... "Presto, muovetevi, o perderete le mie tracce. Seguitemi come io feci coi Bambini Blu lungo il fiume sotterraneo. Entrate nelle pagine di questo libro per raggiungere il Popolo delle Nebbie. Scoprirete cosa significa essere un ragazzino moderno in mezzo ai maya d'altri tempi. Leggerete di come divenni amico di Ix, la mia carceriera, capace - a cinque anni - di improvvise metamorfosi, e di come suo padre mi voleva deformare il cranio mentre Kisin il Flatulento mi inseguiva col coltello sacrificale. E se avete un walkman, tenetelo accanto a voi mentre leggete. Potrebbe tornarvi utile".

La mennulara

Un racconto che si muove a spirale intorno alla figura di Maria Rosalia Inzerillo, conosciuta come "la Mennulara". Ora è morta e tutto il paese di Roccacolomba si chiede chi è stata davvero. Tutti ne parlano, tutti hanno in qualche modo avuto a che fare con lei, tutti sanno e non sanno, c'è chi la odia e la maledice e chi la ricorda con gratitudine se non con venerazione. Ne parlano soprattutto gli Alfallipe, del cui patrimonio la Mennulara è stata sempre oculata amministratrice. Le voci che rimbalzano dal passìo serale alle portinerie ingigantiscono e intorbidano le trame di quella donna che rabbia, passione, intelligenza hanno portato così in alto da tenere in pugno una famiglia di proprietari terrieri, un boss mafioso, un intero paese.

Messina ritrovata

Qui si narra della falce eviratrice di Kronos e del mitico architetto Orione, fondatore di Zancle. Di quel furbastro di Ulisse che sfugge ai gorghi di Scilla e Cariddi e della fata Morgana che incanta i naviganti, mentre il povero Colapesce tiene la Sicilia sulle spalle. Ecco due giovani campioni alle Olimpiadi dell’antica Grecia. Ci sono anche Verre che ruba statue dai templi e quello “scroccone” di Cicerone. 

I miei giorni a Baghdad

Nel suo libro, Lilli Gruber racconta tutto ciò che ha visto in Iraq. Parla della paura che ha provato davanti ai bombardamenti e alla minaccia di una carneficina, e della passione per la notizia che è più forte della paura. Approfondisce l'antefatto di questa guerra, dall'ascesa del nazionalismo arabo del partito Baath ai lunghi anni dell'embargo, e affronta alcuni temi decisivi: la guerra come metodo per risolvere le controversie internazionali (o per esportare la democrazia), l'atteggiamento degli Stati Uniti, superpotenza unica, e le conseguenze sull'intero Medio Oriente della nuova situazione in Iraq. Nella sua lucida analisi, il conflitto iracheno diviene lo spartiacque che segnerà per molti anni la politica mondiale.

Mille anni che sto qui

Premio Campiello 2007. Grottole, nei pressi di Matera: dall'Unità d'Italia ai giorni nostri, le vicende straordinarie e quotidiane dei Falcone, una famiglia lucana cui il destino dona tutto e non risparmia niente, dalla guerra all'emigrazione, dalla fame alla ricchezza, passando per scandali pubblici e furori individuali. Dal capostipite Don Francesco con i suoi barili d'oro sepolti e mai più ritrovati alla piccola Gioia che fugge di casa un secolo dopo per dimenticare tutto e tutti, mille e ancora mille storie d'amore, morte, gelosia, amicizia, mentre intorno infuriano le tempeste della Storia e si susseguono le generazioni passandosi silenziosamente il testimone. 

La monaca

Messina, 15 agosto 1839. In casa del maresciallo Peppino Padellani di Opiri, fervono i preparativi per la festa dell'Assunzione della Vergine. È l'ultimo giorno sereno nella vita di Agata, innamorata del ricco Giacomo Lepre e da lui ricambiata. Agata deve rinunciare al suo amore: le famiglie non trovano un accordo e, alla morte del maresciallo, la madre di Agata, donna Gesuela, decide di portarla a Napoli, dove spera di ottenere una pensione dal re. L'unico piroscafo in partenza è quello del capitano James Garson. Dopo un tempestoso viaggio, James e Agata si ritrovano sul ponte e qui lei gli confida i propri tormenti. A Napoli, Agata viene forzata a entrare in convento. Un mondo in cui si intrecciano amori, odi, rancori, passioni illecite e vendette. Ma Agata sembra guardare oltre si appassiona allo studio e alla coltivazione delle erbe mediche, impara a fare il pane e i dolci. Legge tutti i libri che James Garson le manda con regolarità e segue...

La musica del mare

"Infame!", ripetono gli ex amici all'uscita da scuola. "Infame!", sospira la madre tra le lacrime. "Infame", inveisce il fratello Paolo con rabbia. Rosario vive a Palermo ed è il figlio di un pentito di mafia. Alcuni mesi prima il padre ha deciso di collaborare con la giustizia ed è stato trasferito in una città del nord con una nuova identità. La famiglia però gli ha voltato le spalle e Rosario non sa più cosa pensare. A scuola gli hanno insegnato che la mafia è una cosa brutta, in famiglia sostengono il contrario. Da quando il padre si è pentito, gli amici lo hanno lasciato solo. Ed è triste giocare a pallone da soli, mangiare le arancine da soli, andare in spiaggia da soli. Poi Rosario conosce Anna. Che è a Palermo in vacanza forzata dalla nonna, che parla con l'elegante accento di Milano, che ha letto della mafia solo sui libri. Nella calda estate siciliana i due...



29/11/2017

Nemiche
Il Poggio del Tempo Perduto
ore 20.00

" Voglio conoscere tutto. Le inezie più intime e personali: quali abitudini coltiva, quali persone frequenta, gli abiti che indossa o che indosserà. ... ogni minuzia. Niente deve apparirvi così sciocco e privo di importanza..." Sempre più intrigante questa lettura, partecipa alla cena e ne saprai di più! Con Cristina Pennisi e Barbara Floridia

>> Continua a leggere...
30/11/2017

A cena con Simona Lo Jacono
A cena con Simona Lo Jacono
Il Circolo
ore 20.00

Simona Lo jacono vi aspetta nella incantevole sede del "Circolo" di via Garibaldi, dove intratterrà il suo pubblico intervistata da Adriana Ferlazzo sul suo libro,"Il morso", poetico dipinto della Palermo del 1847. Si potrà partecipare alla serata prenotando presso la nostra sede.

>> Continua a leggere...
28/02/2016

"Manuale di sopravvivenza dell`attore non protagonista"
Monte di Pietą
ore 11,00

Vi aspettiamo al Monte di Pietà per la prima presentazione nazionale.

Sarà Franco Cicero, noto giornalista della Gazzetta del Sud, a presentare l’ultimo libro dell’attore messinese Ninni Bruschetta. Famoso per le sue molteplici interpretazioni sul piccolo e grande schermo, per le sue regie teatrali, Ninni Bruschetta si rivolge ai giovani con un linguaggio denso e diretto che vogliono intraprendere il mestiere dell’attore. Con una generosità tutta siciliana Ninni dà speranza a tutti coloro che vogliono provarci.

>> Continua a leggere...
03/03/2016

"Azzurro maledetto"
Caserma N. Calipari - Messina
ore 16,30

Primo incontro del ciclo: Poliziotti scrittori.

Un super poliziotto, il Questore di Messina, Giuseppe Cucchiara presenterà il thriller Azzurro Maledetto scritto dalla poliziotta Ornella Della Libera. Vi aspettiamo numerosi alla caserma Calipari. 

>> Continua a leggere...
04/03/2016

"Fiammetta"
Salone degli specchi della Provincia di Messina
ore 17,00

Dopo il grande successo di Capo Scirocco, ritorna la scrittrice catanese Emanuela Ersilia Abbadessa con il suo nuovo romanzo Fiammetta. Sarà la stessa autrice ad intrattenere il pubblico attraverso un percorso visivo e sonoro “Tra fiori e amori” in compagnia di Fiammetta.

Vi aspettiamo numerosi...

>> Continua a leggere...
09/03/2016

"I bambini della notte"
Sala Laudamo - Messina
ore 19,00

Una serata speciale in compagnia di Angelo Campolo che dirige il reading tratto dal libro “I bambini della notte”. Il libro scritto da Maria Pia Bonanate racconta una storia vera. Ospite della serata Dominique Corti, Presidente della Fondazione Corti che opera dall’Italia per continuare a dare vita all’ospedale ugandese fondato dai suoi genitori, i coniugi Corti.

Vi aspettiamo numerosi…

>> Continua a leggere...
15/06/2015

"Le stanze dello scirocco"
Libreria Bonanzinga - Via dei Mille, 110 - Messina
ore 17,30

Ritorna in Libreria Cristina Cassar Scalia per un firma copie del suo ultimo libro "Le stanze dello scirocco".

Per chi volesse continuare la serata in compagnia dell'autrice è possibile prenotare un apericena in libreria che si terrà alle ore 20 all'Istituto Ignatianum.

>> Continua a leggere...
12/02/2015

"Foto da favola"
"Foto da favola"
Libreria Bonanzinga - Via dei mille 110 - Messina
ore 17,00 - 20,00

BIANCANEVE vi aspetta in Libreria!!!

>> Continua a leggere...
08/10/2014

Nati per leggere
Libreria Bonanzinga - Via dei Mille, 110 - Messina
ore 18,30

La lettura come gesto d'amore

"Un adulto legge una storia"

Ogni mercoledì alle ore 18,30 gratuitamente la Libreria Bonanzinga offre i suoi locali ai lettori volontari del progetto "Nati per leggere"

L'attività è indicata per bambini dai sei mesi ai tre anni.

Vi aspettiamo con i vostri bambini

Per motivi organizzativi è assulutamente necessaria la prenotazione telefonando al numero 090718551

>> Continua a leggere...
00/00/0000

Laboratorio per bambini 3/5 anni
Libreria Bonanzinga
ore 18,30 - 19,30

Nei primi tre incontri i bambini, lasciandosi ispirare da filastrocche sugli animali, creeranno delle maschere.

Nell’ultimo incontro, le utilizzeranno insieme a suoni e movimenti per animare le filastrocche.

Il laboratorio, rivolto a bambini dai 3 ai 5 anni, si svolgerà nei locali della libreria Bonanzinga

30 gennaio 6 – 20 – 27 febbraio 2015 18:30 -19:30

Il costo per 4 incontri è di € 20

prenotazioni e info LIBRERIA BONANZINGA - Via dei Mille 110 - 98123 Messina. Tel: 090 718551

>> Continua a leggere...
chiudi

>> Powered by Sinergiaweb.it