U

Le ultime volontą del Cavaliere Hawkins

Al ritorno dall’Isola del Tesoro, Jim Hawkins, l’eroe del romanzo di Stevenson, decide di riaprire la locanda dell’Ammiraglio Benbow per farne un “luogo dove si raccontano le storie”. La locanda diventa così la cornice di avventure e racconti straordinari, storie di pirati, d’amore, di esilio, di guerra, che Hawkins ascolta dalla bocca dei suoi avventori e che riferisce nelle sue memorie. Sono mille e una serata, in cui ogni racconto delinea un percorso che si intreccia con gli altri, come su una scacchiera. Di questo sorprendente scrittore spagnolo, così scrive Luis Sepúlveda nella sua nota introduttiva: “Jesús Del Campo si affaccia al panorama della letteratura europea del secolo XXI con una voce autenticamente originale e una fedeltà alla narrazione d’avventura, che pongono in evidenza tradizione ed eredità letteraria. Il viaggio del giovane Hawkins verso l’isola del tesoro...

L`ultimo elfo

In una landa desolata, annegata da una pioggia torrenziale, l'ultimo Elfo trascina la propria disperazione per la sua gente. Lo salveranno due umani che nulla sanno dei movimenti degli astri e della storia, però conoscono la misecordia, e salvando lui salveranno il mondo. L'elfo capirà che solo unendosi a esseri diversi da sé - meno magici ma più resistenti alla vita non solo sopravviverà, ma diffonderà sulla Terra la luce della fantasia. Età di lettura: da 10 anni.

Una barca nel bosco

Questa è la storia di Gaspare Torrente, figlio di pescatore e aspirante latinista, approdato a Torino da una piccola isola del Sud Italia. Un ragazzo come lui, che a tredici anni traduce Orazio e legge Verlaine, deve volare alto, deve fare il liceo e dimenticare il piccolo mondo senza tempo dell'isola. E allora eccolo entrare al liceo, dove non trova grandi maestri ma insegnanti impegnati a imbastire compresenze, eccolo accanto ai compagni, con le scarpe sbagliate e la felpa senza cappuccio. È fuori moda, fuori tempo, fuori posto: un pesce fuori dalla sua acqua, una barca in un bosco.

Una rosa in trincea

Milly e Andrea, due cugini tredicenni, si ritrovano in estate in Sicilia, nel paese d’origine delle loro mamme, per celebrare i novant’anni della zia Elena, sorella di nonno Rino e figlia del bisnonno Peppino. Andrea, attraverso i racconti di Milly e dei vari parenti, scopre la storia del bisnonno Peppino, combattente nella prima guerra mondiale. Il racconto si svolge in un continuo rimando tra il presente e il passato: c’è la storia di oggi con i due cugini e c’è la storia di ieri con Peppino ragazzo. Peppino, quando arriva la temuta cartolina che richiama alle armi il suo fratello maggiore, fresco sposo, con un bimbo piccolo e un altro in arrivo, decide di sostituirsi al fratello, facendosi passare per maggiorenne grazie al suo fisico alto e robusto, che lo fa sembrare più grande. Scappa di casa e si presenta in caserma. Si ritrova così, dopo un lungo viaggio attraverso l’Italia, sul fronte...

Una sorta di traditori

Mezzo secolo di vita italiana analizzato attraverso gli occhi di uomini e donne che passano da abitudini antiche a una realtà industriale subito trasformata in postmoderna. Emilio, ingegnere nucleare, intuisce strumenti per migliorare la società. Si divide tra il lavoro e troppe donne fascinose. Sua moglie, bellissima manager e suo figlio ne soffrono le conseguenze. Livia viene spinta dalla barbarie nazista a fare la partigiana e diventa assistente sociale. Conosce nella Reistenza suo marito Piero che diventerà medico e psicanalista. Avranno un figlio, Vladimiro, che sarà travolto dal terrorismo. Norma, scienziata, studiosa di intelligenza artificiale, viene frustrata nei suoi piani ambiziosi... Personaggi, sentimenti, drammi sempre vivi.

Un desbeliano č fuggito

Di solito gli extraterrestri che arrivano sulla terra sono intelligentissimi, dalla tecnologia avanzatissima, critici verso i nostri costumi retrogradi e scarsamente ecologici. Ma questa volta ecco che arriva una specie di "scemo del villaggio", che resta ammirato da tutto ciò che incontra, desideroso di imitare (a rovescio) le meraviglie del nostro mondo. Purtroppo però è pericolosissimo per le sue furie improvvise: a ogni "fase Urka" scatena disastri, distrugge negozi, gonfia gli umani e li fa veleggiare in aria... Ma un bambino e un vecchio ballerino di tango intuiranno la natura infantile dello strano alieno e riusciranno ad inserirlo affettuosamente nella vita reale.

Un filo di luce

Un filo di luce

"Prendete gli autori americani di bestseller, quelli che hanno invaso gli scaffali delle librerie con storie di killer psicopatici e investigatori geniali. Oppure sedetevi davanti al televisore, e fatevi catturare da una puntata di CSI. Nulla da dire, perchè può essere un modo piacevole di passare il tempo. L'unico problema è che a lungo andare subentra la noia, perchè di misteri risolti soltanto col DNA, o con profiler dalle capacità divinatorie non se ne può più. Certo anche Sherlock Holmes analizzava ceneri di sigari e tracce di veleni nel suo piccolo laboratorio domestico, ma ciò per cui è entrato nella leggenda è il suo modo di affrontare i casi, le sue idiosincrasie, l’invenzione di una spalla come il dottor Watson, il lato oscuro del professor Moriarty. Insomma, se ancora non lo si fosse capito, pur apprezzando Jeffery Deaver e Kathy Reichs, considero Simenon e...

Un giorno sarai un posto bellissimo

Un giorno sarai un posto bellissimo

Essere ragazzi a Palermo: la contraddizione di trovarti con Giovanni Falcone che ti fa gli auguri di compleanno e il figlio di un noto boss mafioso che è tuo amico perché essere amici, alle scuole elementari, è normale, e bello. Anni dopo, con alle spalle l’Italia degli anni Novanta, i suoi riti e le sue stragi, come quella di Capaci – rimasta impressa nella memoria di un ragazzo ora divenuto adulto – un vassoio d’argento che appartiene a quel periodo potrebbe rappresentare un’altra prova, vera e concreta, dei rapporti fra la mafia e i vertici politici dello Stato. Un romanzo virato al nero, un giallo che cerca di comprendere e far convivere la Storia di un Paese e della Sicilia in particolare con la storia delle persone che la compongono.

Uno sbirro femmina

Catania, prima messa del mattino nella chiesa degli Angeli Custodi. Un ragazzo si alza, avanza, uccide il parroco e poi fugge. Poco dopo viene trovato a scuola. Non nega il delitto, lo giustifica. "Era iarrusu" afferma. Possibile? Pedofilo proprio quel prete in lotta contro la violenza e il degrado del quartiere Angeli Custodi? Don Jano Platania, la cui fama si era sparsa ben oltre i vicoli intorno alla parrocchia? Maria Laura Gangemi, commissario di polizia, non riesce a crederci. Eppure fatica come non mai a concentrarsi sulle indagini. Suo figlio Andrea è in coma, investito da un TIR la sera prima. Ora che teme di perderlo, Maria Laura misura con sgomento quanto le è estraneo quel ragazzo diventato quasi adulto mentre lei correva dietro al suo dovere. Non sapeva nulla del sodalizio che lo legava a un compagno di liceo. Quell'amico è proprio Mario Torrisi: l'assassino. Quell'amico è il nipote di don Nitto Torrisi, vecchio uomo...

Un uccellino chiamato Francesco

Un uccellino di nome Francesco viola la prima regola degli uccelli e si rifiuta di mangiare un verme bello grasso. Preoccupati, i genitori decidono di affidarlo alle cure del vecchio saggio, che Franceco scoprirà essere un terribile falco con una benda sull'occhio. Questi cerca di educare il pulcino raccontandogli dell'uomo che amava tutto il creato: San Francesco. L'uccellino ne resta talmente affascinato che rischia la morte digiunando o cercando di convincere una volpe affamata a dei menù vegetariani. Il falco cerca di rimediare e ben presto anche gli altri animali cominciano a intuire che a ogni regola corrisponde una regola superiore: e quando c'è abbondanza anche la prima regola, quella di procurarsi il cibo, può essere sbagliata.

Un volo magico

La guerra d'Africa, guerra di conquista coloniale, guerra di sopraffazione, raccontata attraverso gli occhi di un militare aviatore, Giulio Giamò, detto Zanzara, un messaggero del cielo. La storia del dramma abissino rivissuta nelle parole dei protagonisti, dai soldati italiani agli indigeni, dai capi-tribù al Gran Negus, uomo saggio e anticonformista, a suo modo. Figure originali, come il matto Meleku, che vive alla corte del Negus ("l'unico uomo che non mi stanca", dice il re) o come il pappagallo parlante Pappamondo, che viaggia nei cieli in compagnia di Zanzara, o ancora come la giovane Tigist (che significa pazienza) della cui bellezza e sensualità Giulio s'innamora. Una guerra in cui uomini di pelle nera uccidono altri uomini di pelle nera, tra gente che non capisce cosa significhi questa tragedia, per quale motivo sia nata, ma che sa e soprattutto vuole comunicare con questi stranieri arrivati per sottomettere e dominare e...

Uto

Il rancore verso il mondo; un suicidio che sconvolge alcune vite; una comunità spirituale dove ognuno sembra intento a costruire la felicità comune. Il giovane Uto, che entra in questa comunità con la forza devastante di un virus distruttore...



19/04/2018

Assaggi di gusto
Assaggi di gusto
Tovaglia Volante
ore 19.30

Nella deliziosa cornice dei locali della Tovaglia Volante, Rosalia Cavalieri presenta il suo nuovo libro "I sensi e la lingua dell'olio. Appunti per un degustatore amatoriale".

Guidati dall'assaggiatrice Lucrezia Compiani, gli ospiti avranno la possibilità di degustare numerosi  oli extravergine di oliva.

La cena deve essere prenotata presso la Libreria Bonanzinga. Per informazioni, chiamare allo 090/718551.

>> Continua a leggere...
26/04/2018

A cena con l`Autore
Tovaglia Volante
ore 20.30

Giuseppe Di Piazza, giornalista del Corriere della Sera, converserà con Tiziano Minuti sulla sua ultima fatica, "Malanottata", giallo ambientato nella Palermo degli anni '80. Arguto e affascinante, il giornalista non mancherà di incantare i lettori che vorranno discutere con lui dell'opera e cenare con lui. Per prenotare la cena vi aspettiamo in libreria. per infromazioni, telefonare allo 090/718551.

>> Continua a leggere...
09/03/2018

Laboratorio per bambini 3/5 anni
Libreria Bonanzinga
ore 18,30 - 19,30

I bambini ascolteranno fiabe, filastrocche e storie della buonanotte tratte dal libro "Prima del buio"...

... e con le loro mani creeranno delle deliziose lampade per tenere lontano le paure della notte

Il laboratorio, rivolto a bambini dai 3 ai 5 anni, si svolgerà nei locali della libreria Bonanzinga venerdì 9,16, 23 marzo e 6 aprile 2018 dalle ore 18.30 alle ore 19.30.

prenotazioni e info LIBRERIA BONANZINGA - Via dei Mille 110 - 98123 Messina. Tel: 090 718551

>> Continua a leggere...
chiudi

>> Powered by Sinergiaweb.it