Mondadori

Mondadori è tra le principali società europee nel settore editoriale: è il maggiore editore di libri e riviste in Italia e il terzo in Francia tra i magazine consumer. L’azienda è attiva, inoltre, nel mercato pubblicitario, digitale, radio, retail e direct marketing.

Nel settore libri il Gruppo con le proprie case editrici, Edizioni Mondadori, Einaudi, Piemme, Sperling & Kupfer ed Electa, è leader in Italia.

Nel settore periodici il Gruppo conta alcune delle riviste più riconosciute e diffuse in Italia: il primo settimanale italiano di attualità Panorama, il primo femminile Grazia, presente a livello internazionale, alcuni tra i settimanali più diffusi come Donna Moderna, Chi e TV Sorrisi e Canzoni, la prima e più prestigiosa rivista italiana di architettura Casabella. In Francia Mondadori pubblica tra gli altri il femminile Grazia e il settimanale Closer, leader nel comparto people. Il Gruppo opera a livello internazionale anche attraverso partnership con editori stranieri.

Il Gruppo Mondadori conta 3.664 dipendenti e nel 2011 ha creato ricavi per 1,5098 miliardi di euro. Marina Berlusconi è presidente della società dal febbraio 2003 ed è inoltre, da ottobre 2005, presidente della Fininvest S.p.A., holding che controlla il 53,06% del Gruppo. Maurizio Costa è amministratore delegato dal 1997 e vice presidente e amministratore delegato dal 2003. Le azioni Arnoldo Mondadori Editore sono quotate alla Borsa di Milano dal 1982.

Dalla sua fondazione nel 1907, la missione del Gruppo Mondadori è favorire la diffusione della cultura e delle idee con una produzione che tocca ogni genere e raggiunge tutti i lettori. Dopo un secolo al cuore della cultura italiana, il Gruppo Mondadori ora porta avanti una strategia di espansione internazionale finalizzata a esportare nel mondo - attraverso i principali brand dei periodici Mondadori - lo stile, la qualità e l'eccellenza italiana nella moda, nel design e nella cucina.

Kamikaze made in Europe

Con la strage di Madrid, l'11 marzo 2004, è emersa una realtà ancor più pericolosa: alla rete del terrorismo internazionale fanno ormai capo, oltre alle sigle in vario modo collegate a Osama bin Laden, gruppi estremistici che sono uniti dalla comune ideologia dell'antiamericanismo e dell'antiebraismo: di sinistra, di destra, terzomondisti e nazionalisti. Come un cavallo di Troia, il terrorismo è ormai penetrato nella fortezza occidentale e ne sfrutta la tutela giuridica e le libertà garantite dalla democrazia.

Non vi lascerò orfani

Questo libro, pur raccontando una morte, parla della vita. E dice che è sempre meglio dare che non dare, anche quando si sbaglia. Perché in una famiglia l'unica cosa che fa davvero male è l'assenza, mentre il caos e il calore delle esperienze condivise rafforzano le nostre radici e la nostra identità. Daria Bignardi scava nella memoria, dove nulla va perduto e si rivelano legami inattesi. Tutto - persone e luoghi - ha lasciato qualcosa. Tutto è storia individuale, di una famiglia, di un'epoca: tutto ha lasciato un segno e ci ha resi ciò che siamo. Ma ogni cosa gira intorno al rapporto complicato tra madre e figlia, che - come spesso accade - è fatto di trasporto e identificazione ma anche di bisogno di separarsi, di quella necessità di scrivere il proprio destino che spesso sta alla base dei conflitti. Con appassionata nostalgia, in equilibrio tra commozione e divertimento, Daria Bignardi racconta una...

Spingendo la notte più in là

È la mattina del 17 maggio 1972, e la pistola puntata alle spalle del commissario Luigi Calabresi cambierà per sempre la storia italiana. Di lì a poco il nostro paese scivolerà in uno dei suoi periodi più bui, i cosiddetti "anni di piombo", "la notte della Repubblica". Quei due colpi di pistola però non cambiarono solo il corso degli eventi pubblici, ma sconvolsero radicalmente la vita di molti innocenti. La storia dell'omicidio Calabresi è anche la storia di chi è rimasto dopo la morte di un commissario che era anche un marito e un padre. E di tutti quelli che hanno continuato a vivere dopo aver perso la persona amata durante la violenta stagione del terrorismo. Mario Calabresi, oggi giornalista di "Repubblica", racconta la storia e le storie di quanti sono rimasti fuori dalla memoria degli anni di piombo, l'esistenza delle "altre" vittime del terrorismo, dei figli e delle...

L`orologio capriccioso

Per Ugo il tempo è una detestabile invenzione: vorrebbe imbavagliare gli orologi che ticchettano, legargli le lancette e farli finire tutti in un cassonetto. Così non dovrebbe più preoccuparsi perché non è mai, proprio mai, in orario. Ma sua nonna Domitilla, che non è certo un esempio di puntualità, gli fa un regalo: un orologio capriccioso, che sballotta il povero Ugo avanti e indietro nel tempo... Ci sarà mai pace tra lui e il perfido aggeggio?

Nel momento

Un uomo apparentemente soddisfatto della sua vita cade da cavallo, e scopre di essere "perfettamente infelice". Una storia d'amore e di smarrimento, un convulso viaggio alla scoperta di se stessi.

La solitudine dei numeri primi

Premio Strega e Premio Campiello Opera Prima 2008. Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canale innevato, a domandarsi se i lupi ci sono anche in inverno. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei e per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi iniziali, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro...

Fascisti

Fascisti non è solo una storia dell'Italia tra il 1922 e il 1945 - con molti straordinari ritratti, degli italiani, di Mussolini e dei principali gerarchi, e una polemica analisi dei rapporti tra italiani e fascismo fino ai nostri giorni - ma è anche un'originale interpretazione del fascismo in chiave di "sacralizzazione della politica", fenomeno tipico del nostro tempo, di cui proprio il movimento fascista fu l'inventore. Dal culto risorgimentale e liberale della patria, il fascismo passò al culto del littorio e poi a quello del duce, e si diffuse la convinzione che ogni violenza contro gli avversari era giusta e necessaria, che il regime si identificava con l'Italia e che Mussolini aveva sempre ragione. L'entusiasmo per la nuova religione laica, con i suoi riti collettivi e le oggettive benemerenze sociali del governo, indussero la maggior parte degli italiani ad aderire al fascismo, che aveva dato loro la coscienza e...

Achille e la fuga dal mondo verde

Durante una gita scolastica Achille rincorre il suo amico Federico, l’asino della classe, e finisce per mettersi nei pasticci insieme a Clara, la secchiona. I tre compagni vengono divorati dalle piante carnivore e si ritrovano in uno strano mondo dove olivi, salici piangenti, ortiche e girasoli dominano la Terra. Un’avventura divertentissima e ricca di colpi di scena, attraverso la quale i tre protagonisti riusciranno a salvarsi, ma con una nuova consapevolezza: l’importanza del rispetto della natura e l’amore per le piante. Età di lettura: da 9 anni.

La creata Antonia

Un romanzo storico di ambientazione settecentesca, in una Sicilia barocca e arcaica. Si pensa subito a Marianna Ucria, al Gattopardo, agli Uzeda, invece questo è un libro diverso: la scrittura è più moderna, il linguaggio è composito e la forza delle immagini del barocco si contrappone alla levità di certi tracciati tipici del costume e della cultura dei Lumi. Ecco, dunque, i fasti del palazzo dei Principi di Roccaromana, le sagrestie delle chiese catanesi, l’interno dei conventi dove monache pazze perché ingiustamente rinchiuse si consumano in delitti scellerati, in orribili cupio dissolvi, nei sogni di una libertà che i philosophes hanno promesso nei loro libri proibiti, ma che nella Sicilia ancora medioevale di fine settecento è solo un’utopia di pochi inguaribili sognatori. A queste immagini si contrappongono quelle delle conversazioni dei nobili, dei cicisbei, dei belletti e dei nei, dei banchetti sontuosi,...

Uno sbirro femmina

Catania, prima messa del mattino nella chiesa degli Angeli Custodi. Un ragazzo si alza, avanza, uccide il parroco e poi fugge. Poco dopo viene trovato a scuola. Non nega il delitto, lo giustifica. "Era iarrusu" afferma. Possibile? Pedofilo proprio quel prete in lotta contro la violenza e il degrado del quartiere Angeli Custodi? Don Jano Platania, la cui fama si era sparsa ben oltre i vicoli intorno alla parrocchia? Maria Laura Gangemi, commissario di polizia, non riesce a crederci. Eppure fatica come non mai a concentrarsi sulle indagini. Suo figlio Andrea è in coma, investito da un TIR la sera prima. Ora che teme di perderlo, Maria Laura misura con sgomento quanto le è estraneo quel ragazzo diventato quasi adulto mentre lei correva dietro al suo dovere. Non sapeva nulla del sodalizio che lo legava a un compagno di liceo. Quell'amico è proprio Mario Torrisi: l'assassino. Quell'amico è il nipote di don Nitto Torrisi, vecchio uomo...

La lettera B

Sembra proprio che la vita di Ilaria sia all'insegna della lettera B: lei e i suoi vivono in una villetta bifamiliare in periferia, e i due anziani e bizzarri vicini sono, per lei, i signori B. E poi c'è Babu, il ragazzino indiano bi-adottato (infatti è rimasto orfano per due volte) il cui arrivo mette a soqquadro la sua vita. Ci mancava solo la scorbutica Alina (niente B, questa volta), la cugina milanese la cui madre giornalista è sparita in Afghanistan. Dov'è finita la pace familiare? Età di lettura: da 11 anni.

Per fortuna ci sono i dinosauri

La scuola è finita e Ottavio, che abita in campagna, va in vacanza dalla nonna Camilla... in città. Ben presto tutto appare avvolto nel mistero. Nella casa di fronte succedono strani fatti, una ragazzina dai capelli rossi è scomparsa e oltre a lei spariscono un dinosauro e una felpa. E poi la nonna è diventata strana, molto strana. Tuttavia Ottavio non si perde d'animo: come gli raccomanda sempre suo papà, egli «osserva bene le cose» e, da vero detective, arriverà alla verità tramite una serie di osservazioni e di indizi. La storia, semplice e divertente, avvince il piccolo lettore dalla prima all'ultima pagina, stimolandolo a non fermarsi mai alle apparenze.

Nonna Vudù e la congiura delle zie

Nella saga della “congiura delle zie”, i personaggi principali sono storie non raccontate, in balia di un paese popolato dagli orchi e, ancor più, da orchesse zie. Una in particolare, Iolanda, è particolarmente astuta nel catturare storie. Con uno scopo ben preciso: distogliere l’irrequieta discendenza degli orchetti dalla loro occupazione principale. Che poi sarebbe quella di compiere fastidiosi dispetti, tipo “infilare ragni, rane, topi e salamandre nelle tasche degli orchi adulti”. O peggio ancora, nascondere le ripugnanti creature nei letti degli adulti. Magari spargendo la terribile e pruriginosa polverina alle pulci … Partono così le avventure di nonna Vudù, una storia non raccontata che ha piedi, gambe, testa e pensieri fatti a U e che, stanca di vanire tra le pagine di un libro, decide di scorazzare per il mondo. Un mondo completamente deformato, ove i quadri dei musei prendono vita, un mondo abitato dal...

Nati due volte

Che cosa succede in una famiglia quando nasce un figlio handicappato, come si evolvono le paure, le speranze, l'angoscia, le normali esperienze di tutti i giorni. Come reagiscono i familiari, gli amici, i medici, "la gente", e il padre, la madre, il fratello. I bambini disabili, come suggerisce il titolo, nascono due volte: la prima li vede impreparati al mondo, la seconda è una rinascita affidata all'amore e alla intelligenza degli altri. Coloro che nascono con un handicap devono conquistarsi giorno per giorno, più degli altri il proprio diritto alla felicità. Il libro è un romanzo coraggioso e anticonformista che alterna a pagine tese, drammatiche e commoventi altre eccentriche o decisamente comiche.

Il vento di Santiago

Il romanzo è ambientato a Santiago del Cile nei primi anni '90. Jorge Balarin, liceale, figlio di una famiglia ricca e in vista, si accorge di essere pedinato da una donna anziana. I genitori, temendo un rapimento, lo chiudono in casa e addirittura progettano di cambiare paese, di andare a vivere negli Stati Uniti. Gli amici di Jorge si mettono a indagare su quella strana spia e scoprono la terribile realtà a loro sconosciuta, dei desaparecidos e dei loro familiari. Ma Jorge di tutto questo rimane all'oscuro: il romanzo si conclude con la sua partenza per gli Stati Uniti. Età di lettura: da 11 anni.



30/11/2017

A cena con Simona Lo Jacono
A cena con Simona Lo Jacono
Il Circolo
ore 20.00

Simona Lo jacono vi aspetta nella incantevole sede del "Circolo" di via Garibaldi, dove intratterrà il suo pubblico intervistata da Adriana Ferlazzo sul suo libro,"Il morso", poetico dipinto della Palermo del 1847. Si potrà partecipare alla serata prenotando presso la nostra sede.

>> Continua a leggere...
29/11/2017

Nemiche
Comunità Ellenica dello Stretto
ore 17.00

Martedì 28 novembre alle ore 17.00, la Libreria Bonanzinga ospiterà nei locali della Comunità Ellenica dello Stretto l'autrice Carla Maria Russo. L'autrice, sugli scaffali delle libreria di tutta Italia con il suo ultimo libro, "Nemiche", verrà intervistata da Patrizia Danzè. Vi aspettiamo numerosi.

>> Continua a leggere...
13/12/2017

A cena con Piercamillo Davigo
Salone della Borsa della Camera di Commercio
ore 20.00

L'ultimo libro di Piercamillo Davigo, "Il sistema della corruzione", al centro di questa originalissima serata, dedicata alla politica, ma anche alla buona cucina. Dopo aver partecipato alla conversazione dell'autore con Lucilla Risicato, gli ospiti, infatti,prenderanno parte ad una vera e propria "cena americana", che promette di essere molto "gustosa". Per prenotare, vi aspettiamo in libreria. Per informazioni, telefonate allo 090/718551.

>> Continua a leggere...
chiudi

>> Powered by Sinergiaweb.it